AVERE LE PEZZE SUL SEDERE
Nel comune gergo, significa essere molto poveri, miserabili; come se non si avesse il denaro per acquistare un abito e si portassero quindi vecchi calzoni rattoppati nei punti più consunti. E' usato spesso anche in modo spregiativo nei confronti di una persona originariamente povera che ha fatto fortuna. Chi porta le nostre toppe invece lo fa solo perchè son belle e personalizzate.

METTERE UNA PEZZA
Significa rimediare in qualche modo a un errore, a una svista e simili; sanare una situazione alla meno peggio, ottenendo risultati appena accettabili, come coprendo con una toppa lo strappo di un tessuto. Usato anche per un rimedio provvisorio, una guarigione parziale e altro

ESSERE UNA PEZZA DA PIEDI
Significa essere una persona trascurabile, di scarsa importanza; essere una persona che si ritiene meriti poca stima, scarso rispetto, oppure una persona incapace. Si usa inoltre per definire chi si mette al servizio di un potente magari abdicando alla propria dignità, che di per sé vale poco ma che pretende di farsi rispettare in forza della sua posizione.
Usato a volte come insulto. Le pezze da piedi erano un tempo delle strisce di tessuto che si avvolgevano attorno ai piedi e alle caviglie con la funzione delle nostre attuali calze. Per molto tempo furono usate solo dalle classi elevate e dai guerrieri, poi il loro uso si estese, e furono usate dal popolo e dai soldati di truppa fino alla prima guerra mondiale.

PEZZA D’APPOGGIO
E’ l’elemento che permette di sostenere una tesi, un’affermazione, una giustificazione e così via. È così chiamato uno scontrino, una fattura o altro che dimostra una spesa sostenuta, oppure un documento che attesta la veridicità di una dichiarazione, di un titolo, di un diritto e simili.